recupero metalli usati

Aprire un’attività di recupero metalli usati oggi è diventato molto redditizio e oltre a garantire minore danno all’ambiente consente di guadagnare anche tanto. L’attività Compro ottone Milano si occupa del ritiro del materiale in modo rapido e semplice e provvede alla pesatura elettronica certificata.

Ecco tutto ciò che occorre per aprire un’attività di recupero metalli usati.

Recupero dei metalli usati

Guadagnare qualcosa recuperando metalli usati è un’ottima idea, in particolare per coloro che ne hanno in abbondanza.

Ad esempio, durante i traslochi o le ristrutturazioni potreste ritrovarvi in casa una gran quantità di ottone, che ovviamente non vi serve e che avete intenzione di monetizzare.

Per questo affidarsi ad un compro ottone a Milano è la migliore soluzione per disfarsi del materiale senza disperderlo nell’ambiente e traendone anche guadagno.

Come avviare l’attività di recupero metalli usati

Per avviare l’attività di recupero metalli usati, tra cui anche l’ottone, occorre avere tra le mani un capitale minimo per poter avviare le pratiche burocratiche e affrontare le spese iniziali dell’apertura.

In più, devono essere tenuti in considerazione anche le attrezzature che riguardano lo svolgimento dell’attività, come la bilancia elettronica, i contenitori adeguati per i metalli usati, ma occorrono anche le autorizzazioni per provvedere al ritiro del materiale se si decide di effettuare anche il servizio a domicilio.

Inoltre, è necessario provvedere al luogo da adibire a deposito dei metalli e dove eseguire la pesatura e il deposito del materiale. Per aprire un’attività di Compro ottone a Milano occorre iscriversi all’albo dei gestori ambientali, ma occorre anche aprire una partita iva, registrare la ditta individuale o la società creata presso il Comune di appartenenza ed effettuare l’iscrizione al SISTRI, il sistema per il tracciamento dei rifiuti.

L’albo dei gestori ambientali è stato istituito dal D.L.gs n. 152 del 2006, successivamente all’albo nazionale gestori rifiuti disciplinato dal D.L.gs n. 22 del 1997 ed è costituito presso il Ministero dell’ambiente del territorio e della tutela del mare.

Allestire la struttura in regola con le normative vigenti

Per aprire l’attività di recupero metalli usati è anche necessario allestire la struttura dove deve svolgersi l’attività per essere in regola con tutte le norme vigenti riguardo a igiene, sicurezza, agibilità e altri fattori che regolano il settore.

Gli ambienti della struttura devono essere salubri e devono garantire la massima sicurezza ai lavoratori. Inoltre, devono essere pavimentate con materiali di tipo industriale, adatte per portare carichi pesanti.

La struttura deve essere spaziosa, deve avere finestre alte e grandi che consentano una buona aerazione, e se la sede coincide con quella legale allora bisognerà ricavare una sorta di ufficio per poter conservare la documentazione e ricevere i clienti.

Recupero metalli attività difficile ma con buone possibilità

Aprire un’attività di recupero metalli usati sicuramente non è cosa facile, in quanto occorrono diversi requisiti per risultare conformi alle normative vigenti e diversi permessi per poter esercitare l’attività legalmente e senza il rischio di incorrere in sanzioni.

Inoltre, è anche importante avere dei collaboratori preparati ed esperti e vari dipendenti per eseguire il recupero nella maniera corretta.

Anche l’investimento non è certo irrisorio, anzi, per iniziare l’attività, occorre un certo capitale che permetta di far fronte alle spese. Se ingrana l’attività potrebbe allo stesso tempo diventare molto redditizia tenendo presente l’andamento del mercato, come ad esempio è nel caso dell’ottone, i guadagni potrebbero anche essere molto alti.

Questo materiale, come tanti altri materiali usati, solo negli ultimi anni sono stati riscoperti per il loro effettivo valore e non è raro che nelle case ci sia una piccola fortuna accumulata senza saperlo. Il guadagno nella quantità è notevole e i compro ottone a Milano pagano subito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here